Due Piccioni e Una Fava…Tentativo Via Mezeaud Aguille Du Midi e sciata da paura Mer De Glace

Ambiziosi non si finisce mai di esserlo…sopratutto quando si è in 3 per di più ubriachi di allegria. E’ cosi che la nostra auto, anche questo weekend, si dirige verso il Monte Bianco e il progetto è la Via Rebuffat all’Aguille Du Midi, con condizioni non certo favorevoli visto l’abbondante nevicata appena passata (1mt a 3500) e le temperature molto rigide (-10 a 3800mt, ovvero dove saremmo andati noi).

Carichi di motivazione e di zaini non troppo pesanti, scendiamo la cresta che conduce al Plan Del Col Du Midi. La giornata è tersa e confidiamo nel riverbero del calore una volta in parete. Purtroppo dobbiamo abbandonare l’idea iniziale, ovvero la Via Rebuffat, in quanto il cono di neve è molto inconsistente, ed il rischio di finire nella terminale è quasi matematico. Per fortuna avevo con me un’infallibile guida, che con precisione mi segnava ogni itinerario presente sulla parete, cosi optiamo per l’accesso meno rognoso e ci ingaggiamo sulla durissima Via Mezeaud. A colpi di pala, scavo una traccia che mi permette di saltare la terminale ed attaccare il primo tiro della Via Ma Dalton…saliamo con gli scarponi da sci visto il grado relativamente easy. Effettuiamo 3 tiri di corda con passaggi di 6a in placca (questi con le scarpette ovviamente) in tempi da record per le condizioni avverse della parete che ostruivano le fessure di ghiaccio e ci bagnavano le scarpette sulle cenge colme di neve. Arrivo sotto al tetto della via MaDalton e comincio una delicata traversata verso sx fino ad uno spuntone che, con tanta pazienza, disgaggio dal ghiaccio e dalla neve.

Recupero i soci, ah dimenticavo che i due ubriachi erano il Bioffa e Pippo, i quali, perplessi quanto me, scrutano quanto incombe sulle nostre teste. Diedro appoggiato iniziale, ghiacciato a dismisura per 5 metri, poi stupendo diedro verticale di 6b….tutto molto bello e romantico se non fosse per quei 5 metri. Mi alzo dalla sosta e comincio e gradinare alla Walter Bonatti, ma bastano pochi minuti per inzupparmi del tutto e stravolgere la decisione. Fuori dalle balle!!!! Impensabile, sarebbe stato, attaccare il diedro in quelle condizioni.

In men che non si dica siamo agli zaini e agli sci, pronti per farci una sciata da urlo tra la Val Blanche e la Mer De Glace.

Pagati altri 19€ per il trenino del Montenverse, arriviamo a Cham, dove come per rito entriamo nei soliti negozi di montagna, anche per permettere a Pippo di comprare lo zaino Blue Ice come il nostro…. Per il resto tutto bene, grazie.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...