Sengio della Sisilla – Via “Carlesso + parte finale Soldà”

Io: “Ciao Berni, situazione neve in Concarena?”

lui: “Ieri 15cm di neve dai 500mt , oggi pioggia fino ai 1300”.

Io: “Domani danno bello, speriamo sia pulita e asciutta la parete….che avrebbe fatto Casarotto?”

lui: “Sarebbe andato!! Ma ci avrebbe pensato a lungo!!”.

Detto fatto……o meglio, cambio di programma….si va a casa di Casarotto, Piccole Dolomiti Valli del Pasubio.

Meta di oggi il Baffelan. Giunti alla base, notiamo che la parete ai primi raggi del sole sta scaricando la neve in eccesso caduta la notte precedente…. solo io ho i ramponi, Sandro no……in piu sembra che non abbia mai scalato su misto. E poi diciamocelo, non siamo di certo come Casarotto.1

Tornando verso l’auto, armati di ciaspole, ci dirigiamo al vicino pilastro dove sale la famosissima via Carlesso.

Attacchiamo la via salendo una variante di dx che evita il primo tiro in diedro zuppo di acqua poi, con molta fatica, rientriamo a sx sulla via originale. 2

Non capiamo se siamo noi scarsi, se è il freddo che ci rende disorientati o è la via proprio impegnativa….optiamo per quest’ultima scusante. Carlesso aveva delle palle grandi come una casa. Pensare di salire nel 1934 quelle difficoltà, su quella roccia non proprio delle migliori, e seguendo una linea così ardua tra tetti e muri strapiombanti, fa venire i brividi…….se poi ci mettiamo anche le valutazioni date ai tiri dai ripetitori…….vabbè, fermiamoci qui……….3

A fatica ci portiamo verso la cengia che da accesso all’ultimo tiro di uscita. Diciamo che qui io e Sandro abbiamo creato una vera trincea degna del posto…..la neve accumulatasi sulla cengia, scaldata dal sole, sta mollando di brutto, con la conseguenza che chi fa sicura da sotto riceve una doccia ghiacciata.4

Raggiunto il termine della via, cominciamo le calate….abbiamo una mezza corda (utilizzata per la salita) ed un cordino da 6mm che utilizziamo per recuperare la mezza durante la discesa in doppia……….ovviamente ci incasiniamo a 30mt da terra e tocca a Sandro risalire coi prusik ,a corde nel vuoto, per sbrigliarle………..ma erano davvero imbrigliate???!!!!!!! 6Stendiamo un velo, decisamente pietoso…5

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...